Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Esami e visite

Cardiopatie valvolari: Stenosi ed insufficienza valvolare aortica

Unità di Emodinamica

La stenosi aortica è una malattia caratterizzata dalla degenerazione fibrotica e/o calcifica della valvola con riduzione della sua naturale capacità a aprirsi correttamente. Diversamente l’insufficienza aortica, consiste in una mancata continenza valvolare in diastole, nel momento del ciclo cardiaco nel quale il ventricoli si riempiono di sangue. In entrambi i casi risulta un progressivo sovraccarico di pressione a carico del ventricolo sinistro con effetti circolatori sfavorevoli e conseguenti effetti anche molto gravi sulla salute del paziente.

E' una patologia che diviene più frequente negli anziani, ma che è possibile riscontrare anche nei soggetti più giovani, talvolta associata a malformazioni congenite o malattie reumatiche.

Esistono tre gradi di stenosi ed insufficienza aortica (lieve, moderata, severa) riconosciuti e definiti secondo parametri ecocardiografici.

La prognosi della valvulopatia aortica severa diviene critica al presentarsi dei sintomi (isolati o non) e può esitare in morte improvvisa.

La classica triade di sintomi nei pazienti con stenosi aortica è:

  • SINCOPE, che avviene a riposo o durante sforzo, causata dalla momentanea inadeguata circolazione cerebrale
  • DOLORE TORACICO, a riposo o durante sforzo
  • INSUFFICIENZA CARDIACA con dispnea da sforzo, ortopnea, dispnea parossistica notturna
 Esami richiesti per la diagnosi
  • visita cardiologica
  • ECG
  • Ecocardiogramma TT/TEE

Attualmente non esiste una terapia farmacologica in grado di risolvere tale malattia, pertanto l'intervento chirurgico, o in alternativa l'impianto percutaneo di bioprotesi (vedi TAVI) nei casi ad elevato rischio operatorio, rimangono le uniche possibilità.

I fattori predisponenti, attualmente noti, e che hanno dimostrato una correlazione con la patologia, sono i classici fattori di rischio cardiovascolare.