Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Esami e visite

Gamma Knife

La Gamma Knife è una forma di radiochirurgia stereotassica per il trattamento mini-invasivo di tumori e patologie cerebrali. Viene definita “radiochirurgia” in quanto consente di ottenere risultati simili a quelli di un’operazione chirurgica, ma per effettuare un trattamento di questo tipo non è necessario incidere né aprire il cranio. I raggi Gamma (la cui fonte è il Cobalto 60) raggiungono la zona su cui intervenire in maniera assolutamente precisa e senza danneggiare in alcun modo le strutture cerebrali circostanti. Questo consente sia di ridurre l’ospedalizzazione sia di evitare la riabilitazione post-operatoria.
Il nostro ospedale è stato il primo in Italia a dotarsi del modello Icon di Gamma Knife, che rispetto ai precedenti modelli permette:

  • di trattare circa il 20% di patologie in più;
  • di utilizzare anche una maschera termoplastica che aderisce al volto del paziente al posto del casco stereotassico che va fissato alla testa con 4 viti;
  • di frazionare i trattamenti in più sedute di durata minore.


Le patologie trattabili con Gamma Knife sono, in linea di massima, le seguenti: metastasi, gliomi, meningiomi, neurinomi, tumori dell’ipofisi della regione sellare, tumori della regione pineale, medulloblastomi, tumori clivali, tumori del glomo giugulare, fistole artero-venose durali, malformazioni artero-venose, nevralgia trigeminale, nevralgia del glosso faringeo, epilessia del lobo temporale e amartoma ipotalamico. 
Solo tramite una valutazione multidisciplinare è possibile stabilire i casi in cui la Gamma Knife è applicabile a queste patologie; per farlo, vengono generalmente prescritti esami neuroradiologici come TC, RM o angiografia cerebrale ed eventuali ulteriori accertamenti.

 

Fasi del trattamento con Gamma Knife
Un trattamento standard con Gamma Knife per la cura di tumori e patologie cerebrali prevede 4 fasi:
1.    viene applicato al paziente il sistema di fissaggio (maschera termoplastica o casco stereotassico, a seconda dei casi);
2.    viene mappato del cervello tramite procedura di imaging come tomografia computerizzata o risonanza magnetica;
3.    un team multispecialistico (neurochirurgo, radioterapista, neuroradiologo e fisico sanitario) stabilisce il piano di trattamento e la dose di radiazioni per il paziente;
4.    viene effettuato il trattamento vero e proprio.

In seguito al trattamento con Gamma Knife, il paziente deve essere ricoverato in osservazione prima della dimissione con le indicazioni per i controlli successivi. I risultati della Gamma Knife possono essere analizzati a distanza di qualche mese dall’intervento

Patologie che possono essere trattate con questa tecnica