Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Esami e visite

Chirurgia aneurismi periferici

Il trattamento tradizionale degli aneurismi delle arterie periferiche consiste nella sostituzione con protesi sintetica del tratto di arteria dilatata. Il tratto malato viene chiuso sopra e sotto per permettere l’incisione diretta del vaso sanguigno interessato per sostituirlo con la protesi.
Questo intervento può essere effettuato su tutti i distretti periferici corporei: nel collo in caso di aneurismi che interessano le carotidi (le arterie che portano sangue al cervello); all’inguine in caso di aneurisma dell’arteria femorale o dietro il ginocchio nel caso di aneurismi dell’arteria che corre dietro il cavo popliteo.
Possono essere trattati anche gli aneurismi che interessano le arterie dei visceri addominali ad esempio dei vasi che portano sangue alla milza (arteria splenica), ai reni (arterie renali) e all’intestino (arteria mesenterica superiore e tripode celiaco).
In caso di aneurismi delle arterie intra-addominali l’intervento consiste in un’incisione a livello addominale per raggiungere il vaso malato e sostituirlo con la protesi.
Il paziente viene sottoposto ad una serie di esami specifici per la pianificazione migliore dell’intervento da effettuare mediante l’ecocolordoppler e l’angioTC che consentono di studiare con precisione le arterie aneurismatiche.
Dopo l’intervento il paziente dovrà sottoporsi a controlli seriati mediante angioTC per la valutazione della correzione del difetto.

 

Patologie che possono essere trattate con questa tecnica