Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Esami e visite

Malformazione di Chiari

La malformazione di Chiari (chiamata anche malformazione di Arnold Chiari) è un'alterazione che si mostra fin dalla nascita, presente nella zona che mette in relazione il cervello con il midollo spinale. Questa patologia malformativa può essere distinta in:

  • Tipo I, malformazione più comune della base del cranio e della zona dorsale superiore. Generalmente questa alterazione è presente in bambini nati con la spina bifida.
  • Tipo II, che comporta lo spostamento della parte posteriore del cervelletto verso il basso attraverso il forame magno. Generalmente questa alterazione è associata alla condizione di idrocefalo.
  • Tipo III, che comporta la fuoriuscita della parte posteriore del cervelletto da una via d'accesso nella parte posteriore del cranio.
  • Tipo IV, che comporta uno scorretto sviluppo della parte posteriore del cervelletto.

Cause

La causa che comporta questo tipo di malformazione è sconosciuta, anche se si suppone che l'alterazione sia dovuta ad uno scorretto sviluppo del cervelletto durante la crescita del feto. Possono essere molteplici le cause ritenute responsabili della Malformazione di Chiari:

  • contatto con sostanze nocive durante la crescita del feto
  • eredità genetica
  • Alcune cause sono legate al periodo della gravidanza:
  • infezioni
  • consumo di droghe e alcol
  • mancanza di vitamine.

Sintomi

I sintomi che generalmente sorgono possono variare per ciascun bambino; quando la patologia è congenita alcuni segnali possono essere:

  • Mal di testa
  • rigidità e dolore al collo o schiena
  • meno forza nelle braccia
  • diminuzione della sensibilità nelle braccia e gambe
  • difficoltà nella deglutizione
  • problemi legati alla respirazione
  • ritardo nello sviluppo psicomotorio
  • pianto debole

 

È molto importante consultare il medico perché la maggior parte dei sintomi può essere associata ad altre patologie.

Diagnosi

Se la malformazione è associata a difetti presenti fin dalla nascita la diagnosi può essere fatta subito dopo il parto; mentre se l'accertamento è svolto dopo la presenza dei primi sintomi si sottopone il bambino ad esami specifici, si raccoglie la storia familiare e si segue nella crescita il bambino. È necessario, per la diagnosi della malformazione, misurare il diametro della testa dell'infante per un confronto con la scala di riferimento internazionale. Successivamente si effettua la RMN.

Trattamento

Accertata la diagnosi di Malformazione di Chiari alla base di tutti i trattamenti sta l'operazione chirurgica, poiché è necessario ampliare lo spazio a livello della parte posteriore del cervello: una volta operato il bambino presenta subito dei miglioramenti. Il metodo di cura sarà indicato dal medico specialista in base a più fattori quali: età del bambino, lo stato di salute, la storia medica e il tipo di malformazione. Il bambino sarà poi tenuto sotto controllo attraverso esami ciclici e test durante lo sviluppo del cervello, del midollo spinale, del cranio e della colonna vertebrale.
Non è prevedibile una prospettiva di vita a lungo termine per un bambino con la Malformazione di Chiari.

Cure che possono essere applicate a questa patologia