Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Esami e visite

Tumori benigni del fegato

I tumori benigni del fegato, che a livello mondiale rappresentano una patologia sempre più frequente, si dividono in:

  • tumori vascolari: angioma e emangioma;
  • tumori epatocitari: adenoma e iperplasia nodulare;
  • tumori cistici.

Cause

Le cause dei tumori benigni del fegato possono essere molteplici e attualmente non è stata ancora stabilita una giustificazione definitiva.
Nel caso dell’adenoma epatico l'uso di trattamenti con estro-progestinici, come contraccettivi orali, è considerato un fattore di rischio. 

Sintomi

Generalmente i tumori benigni del fegato sono asintomatici e vengono riscontrati accidentalmente durante un'ecografia.
Nelle fasi più avanzate i sintomi di questa malattia sono:

  • sensazione di peso all'addome;
  • disturbi alla digestione.
     

Diagnosi

Un tumore benigno del fegato può essere rilevato durante la palpazione del medico nella zona del fegato, nel caso sia di grandi dimensioni.
In caso contrario, può essere rilavato tramite diagnostica per immagini con un'ecografia, TAC o risonanza magnetica nucleare.

Trattamento

La maggior parte dei casi non necessita di alcun tipo di intervento. Per gli adenomi epatici é consigliata la sospensione della pillola anticoncezionale. Nel caso in cui l'adenoma presenti dei fattori di rischio  è consigliabile l'asportazione per evitarne la degenerazione in un tumore maligno o eludere la possibilità di un'eventuale rottura.

Cure che possono essere applicate a questa patologia