Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Esami e visite

Tumori dell'ipofisi e della regione sellare

I tumori dell'ipofisi e della regione sellare sono generalmente benigni. Questi tipi di tumori si posizionano nella zona della sella turcica, la quale produce l'ormone della crescita, la prolattina e l'ACTH (che stimola il surrene a produrre cortisolo), il TSH (che stimola la tiroide), l’FSH e l’LH (che stimolano le gonadi). Questi tipi di tumori costituiscono il 7% delle neoplasie del sistema nervoso centrale.

 

Esistono più generi di tumori dell'ipofisi e della regione sellare che si possono distinguere in base alla secrezione ormonale:

  • adenomi ipofisari non secernenti, i quali rappresentano il 30% degli adenomi ipofisari e, per la maggior parte dei casi, sono benigni.
  • adenomi ipofisari secernenti.
  • Craniofaringiomi, che derivano da cellule embrionali che si trovano all’interno dell’ipofisi.

Sintomi

Se la dimensione del tumore non è molto elevata non vi è alcun sintomo. Nel momento in cui il tumore inzia ad ingrandirsi allora possono sorgere i primi segnali:

  • disturbi endocrini
  • fatica e spossatezza
  • disturbi della crescita
  • disfunzione sessuale
  • ipertensione arteriosa
  • disturbi della vista
  • ipertensione endocranica

 

In caso si manifestassero alcuni di questi sintomi è opportuno recarsi dal medico.

Diagnosi

Per la definizione della diagnosi si prevedono valutazione oculistica e test ormonali.  Successivamente, se il medico sospetta la presenza di un tumore dell'ipofisi e della regione sellare, si effettua la RM con gadolinio che, tramite particolari sequenze, permetterà di individuare la massa tumorale e distinguerla dai tessuti sani.

Trattamento

Accertata la diagnosi di un tumore legato all'ipofisi e alla regione sellare possono essere suggeriti i seguenti metodi di cura, i quali possono variare in base alla loro attività ormonale e al conivolgimento dei tessuti circostanti:

  • radioterapia, nel caso di adenomi più aggressivi.
  • terapia farmacologica, nel caso di adenomi secernenti.
  • intervento chirurgico.

 

L'intervento chirurgico di questi tumori è molto complessa a causa della loro posizione. Oggi, questi tumori vengono asportati mediante una via mininvasiva detta transfenoidale: passando da una narice nasale si accede alla sella turcica e si procede alla rimozione del tumore. 

Cure che possono essere applicate a questa patologia