Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Race for the Cure: Poliambulanza raddoppia l'impegno

Race for the Cure: Poliambulanza raddoppia l'impegno

venerdì 14 ottobre 2016

Conferenza stampa Race for the Cure

Fondazione Poliambulanza conferma il suo impegno a favore della Komen Italia, offrendosi come local major partner e mettendo in campo i suoi medici e infermieri, che saranno impegnati all’interno del Villaggio della Salute nelle attività di prevenzione e informazione inerente a tutti i servizi diagnostici, terapeutici e riabilitativi necessari in caso si rilevino dei noduli o modificazioni sospette.

Grazie ai fondi raccolti lo scorso anno in occasione dell’edizione bresciana della Race for the Cure, Susan G. Komen Italia ha potuto sostenere 7 associazioni senza scopo di lucro, che hanno dato vita ad altrettanti progetti: 

  1. Associazione ESA offre ai parenti di primo grado delle pazienti oncologiche la possibilità di eseguire gratuitamente esami diagnostici senologici.
  2. Associazione ANDOS Vallecamonica ha invece potuto dotarsi di una nuova tecnologia diagnostica, la tomosintesi, che è stata applicata al Mammografo Digitale già in possesso dell’Associazione. 
  3. Associazione AIDM BS ha intrapreso una campagna di sensibilizzazione nei confronti della prevenzione per il tumore del seno, invitando quante più donne possibili ad aderire agli screening oncologici mammografici. 
  4. Associazione MOICA ha avviato la costituzione di un polo informativo specificamente dedicato alle donne straniere, per la prevenzione del carcinoma mammario.
  5. Associazione SPAZIO PREVENZIONE offre alle donne tra i 20 e i 40 anni di età visite senologiche gratuite.
  6. Associazione TELEFONO DONNA ha avviato un servizio di supporto psico-oncologico per le pazienti affette da tumore al seno.
  7. Infine, la CONSOCIAZIONE INFERMIERI si impegna a sostenere l’educazione alla prevenzione oncologica attraverso specifici progetti rivolti ai giovani.

La mission realizzata da Fondazione Poliambulanza è invece stata chiamata “Green Team”; si tratta di un intervento di sostegno alla continuità genitoriale rivolto alla donna in trattamento per tumore del seno.