Patologie

Stenosi del giunto pielo ureterale

La stenosi del giunto pielo ureterale è una patologia che riguarda il punto di passaggio tra il bacinetto renale (nel quale confluisce e si raccoglie l'urina prodotta dai reni) e l'uretere, un condotto che collega la pelvi renale con la vescica urinaria.

Sintomi

In caso di ostruzione del giunto pielo ureterale l’urina non riesce a transitare dal rene all’uretere con conseguente accumulo ed incremento della pressione nella pelvi renale causando dolore, calcoli renali e deterioramento della funzione renale.

Cause

La stenosi del giunto è una patologia che si verifica in circa 1 su 1.500 bambini e si sviluppa in fase prenatale, quando il rene si sta formando. 
L’eziologia è da ricondursi ad un’ostruzione intrinseca del giunto (80% dei casi) o ad una compressione estrinseca, come ad esempio la presenza di “incroci vascolari” o inserzione alta dell’uretere (20% dei casi).
Meno frequentemente un’ostruzione del giunto pielo ureterale può svilupparsi nell’età adulta a seguito di chirurgia, calcoli o dilatazione dell’alto tratto urinario.

Diagnosi

Grazie all’ecografia prenatale si può diagnosticare fin da subito un’eventuale sindrome del giunto pielo-ureterale. Anche nel giovane e nell’adulto una ecografia dell’apparato urinario è sempre la diagnostica di prima linea. Di fronte al riscontro di una dilatazione del bacinetto renale vengono generalmente richiesti uno o più dei seguenti accertamenti diagnostici volti a valutare l’entità del problema.

  • TC addome completo con mezzo di contrasto iodato con pose urografiche/ Uro-risonanza magnetica con mezzo di contrasto para-magnetico. Tali esami forniscono uno studio anatomico e funzionale dettagliato dei reni e delle vie urinarie, con possibilità di ricostruzioni tri-dimensionali che facilitano l’identificazione e la valutazione dei rapporti tra le strutture coinvolte.
  • Scintigrafia renale sequenziale. Permette uno studio al computer della funzionalità renale e una valutazione della possibile presenza di ostruzione al deflusso dell’urina.
  • Cistografia minzionale o la cistoscintigrafia diretta. Prevedono il posizionamento di un catetere vescicale, il riempimento della vescica con un mezzo di contrasto o un mezzo radiomarcato e l’acquisizione di alcune immagini durante il riempimento della vescica. Costituisce l’esame principale per verificare l’eventuale presenza di un reflusso vescico-ureterale associato.

Trattamento

Indipendentemente dalla tecnica utilizzata, il risultato finale è la creazione di un giunto pielo-ureterale di calibro adeguato: pieloplastica.
A causa della variabilità anatomica interindividuale, non esiste una procedura chirurgica che possa essere adottata in tutti i casi di stenosi del giunto per cui l’intervento viene pianificato dopo un approfondito studio radiologico del caso.
La pieloplastica robotica, eseguita con sistema Xi di ultima generazione, offre alcuni vantaggi rispetto alla chirurgia tradizionale.
Al posto di un'incisione addominale praticata nella chirurgia a cielo aperto, la mininvasività di questa tecnologia permette di limitarsi a piccole incisioni. Il sistema chirurgico da Vinci® dispone inoltre di un sistema di visione ingrandita 3D ad alta definizione e strumenti wristed speciali che permettono una mobilità di gran lunga maggiore rispetto a quella del polso umano. Di conseguenza, al chirurgo è consentito operare con una maggiore visione, precisione, destrezza e controllo.
Nel caso di stenosi, l’intervento prevede l’asportazione del segmento ristretto ed una successiva plastica di ricostruzione dell’uretere.

 

 

Nel caso un vaso comprima il giunto pielo-ureterale, l’intervento prevede la sezione dell’uretere, il retroposizionamento del vaso ed infine la plastica.

 

Vantaggi clinici

  • riduzione della degenza;
  • riduzione dell’impatto estetico dovuto alle dimensioni contenute delle incisioni;
  • riduzione dei dolori post-operatori;
  • riduzioni dei tempi di degenza post-operatori;
  • maggiore rapidità di recupero;
  • maggior precisione nell’isolamento delle strutture;
  • maggior accuratezza nella fase ricostruttiva dell'intervento;
  • maggiore accuratezza del movimento chirurgico.
Anche quest'anno siamo<br/><strong>in Champions</strong>.

Anche quest'anno siamo
in Champions.

Fondazione Poliambulanza Regione Lombardia Ministero della salute

Stenosi del giunto pielo ureterale


Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero | Brescia, via Bissolati, 57- Tel. +39 030-35151 P.iva 02663120984, N.REA BS468431

Tutte le informazioni contenute nel sito sono da ritenersi esclusivamente informative.

La Fondazione Poliambulanza - Istituto Ospedaliero non si assume la responsabilità per danni a terzi derivanti dall'uso improprio o illegale delle informazioni riportate o da errori relativi al loro contenuto.


Privacy | Cookie policy | Credits