Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Cure Mediche

Endoarterectomia carotidea

L’intervento di tromboendoarteriectomia carotidea o TEA carotidea è un intervento chirurgico che si esegue in caso di stenosi, ovvero in caso di restringimento dell’arteria carotide interna generalmente a causa di una placca aterosclerotica che riduce l’apporto di sangue al cervello. Questo intervento viene effettuato in pazienti con restringimenti della carotide comune o interna grave, cioè compresa tra il 70-75% ed il 99% del lume del vaso sanguigno. L’intervento si effettua sia in pazienti asintomatici sia in pazienti che hanno presentato sintomi neurologici nei mesi precedenti all’intervento sia per prevenire l’ischemia cerebrale, ovvero l’ictus di una parte del cervello dovuto alla mancanza di flusso sanguigno, sia come trattamento dell’ictus.
L’intervento quando possibile viene effettuato in anestesia locale in modo da consentire un monitoraggio immediato e continuo dell’attività elettrica del cervello attraverso l’elettroencefalogramma. La prima fase dell’intervento prevede l’incisione della pelle del collo per avere accesso alla carotide comune ed interna, dopo di che si procede ad una prima chiusura dell’arteria carotide e si valuta l’elettroencefalogramma, se non ci sono segni di anomalie nella funzione cerebrale, si procede con l’apertura dell’arteria in modo da poter rimuovere tutta la placca adesa alla superficie interna del vaso. Dopo aver controllato minuziosamente di non lasciare residui adesi alla superficie della carotide si procede alla fase di ricostruzione che può essere per sutura diretta oppure con l’interposizione di patch per allargare il vaso.
Dopo l’operazione il paziente deve restare a letto e a riposo per 12-24 ore. Prima dell’intervento il paziente viene sottoposto ad esami specifici per valutare le arterie quali l’ecocolordoppler dei vasi carotidei e l’angioTC dei vasi del collo. Nei mesi successivi all’intervento sono previsti controlli seriati per valutare la pervietà delle arterie trattate.

 

 

Patologie che possono essere trattate con questa tecnica