Patologie

Menometrorragia

La menometrorragia consiste in un sanguinamento vaginale anomalo con origine dall’utero. Con l’espressione “anomalo” si intende un sanguinamento:

  • troppo abbondante durante il ciclo mestruale;
  • presente dopo la menopausa;
  • presente in donne fertili, ma non durante il periodo delle mestruazioni.

La perdita vaginale di sangue durante il ciclo mestruale è invece assolutamente normale.  La durata del ciclo (che si compone di 4 fasi: follicolare, ovulatoria, luteinica e mestruale) si conta a partire dal primo giorno della mestruazione, fino al giorno prima della mestruazione successiva; generalmente è di 28 giorni, ma non è assolutamente raro che questo periodo vari.

Cause

Le possibili cause della menometrorragia sono di natura organica oppure di natura funzionale.
Tra le cause di natura organica le principali sono: fibromi, polipi cervicali, endometriosi e tumori della cervice uterina.
Le cause di natura funzionale sono invece legate a un’alterazione ormonale del meccanismo regolatore della mestruazione. Questa eventualità si verifica principalmente all’inizio e alla fine dell’età feconda, quando la regolarità del ciclo mestruale è più instabile, ed è da ricondurre ad una alterazione dei rapporti tra ipofisi e ovaio. All’interno delle ovaie si verifica un’alterazione del processo di maturazione dei follicoli, che continuano a crescere senza rompersi (e quindi impedendo la fase luteica) ma continuando a produrre estrogeni. Il ciclo mestruale non riesce a proseguire regolarmente nelle varie fasi; questo causa l’inspessimento dell’endometrio con conseguenti emorragie. 

Sintomi

Il sintomo della menometrorragia è il sanguinamento vaginale, talvolta accompagnato da dolore pelvico.

Diagnosi

La diagnosi della menometrorragia avviene tramite visita ginecologica, in cui vengono eseguite ecografia pelvica o trans-vaginale e pap test, e tramite prescrizione di esami ormonali per valutare l’attività dell’ipofisi.

Trattamento

Il trattamento della menometrorragia consiste in un primo momento nell’interruzione delle perdite emorragiche, generalmente attraverso terapia ormonale.
Deve essere poi valutata la causa delle perdite, ed è proprio da questa che dipenderà la successiva terapia. Se la causa è di natura funzionale si continuerà con il trattamento ormonale; se la causa è di natura organica (fibromi, polipi cervicali, endometriosi e tumori della cervice uterina) si tratterà in modo diverso le varie patologie responsabili del sanguinamento.

Fondazione Poliambulanza Regione Lombardia Ministero della salute

Menometrorragia


Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero | Brescia, via Bissolati, 57- Tel. +39 030-35151 P.iva 02663120984, N.REA BS468431

Tutte le informazioni contenute nel sito sono da ritenersi esclusivamente informative.

La Fondazione Poliambulanza - Istituto Ospedaliero non si assume la responsabilità per danni a terzi derivanti dall'uso improprio o illegale delle informazioni riportate o da errori relativi al loro contenuto.


Privacy | Cookie policy | Credits