Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono
Patologie

Prurito vulvare

Il prurito vulvare è un disturbo caratterizzato dal senso di irritazione o formicolio alla vagina che provoca nel soggetto che ne soffre fastidio e, in alcuni casi, bruciore. Si può verificare a causa di numerosi fattori, tra i quali non va esclusa la componente psicologica.
Si presenta in forma lieve o acuta, a seconda della natura dalla quale insorge, e può essere infettiva o non infettiva.

Cause

Le cause del prurito intimo sono numerose, le principali riguardano: 

  • squilibri ormonali come la menopausa e la gravidanza che, alterando la normale flora microbica vaginale, favoriscono la proliferazione di batteri 
  • infezioni vaginali come la candidosi caratterizzata da perdite vaginali dense e biancastre, la vaginosi batterica dovuta a un’alterazione del pH della vagina che provoca perdite di colore bianco e maleodoranti, o la tricomoniasi associata a perdite schiumose e giallo-verdastro
  • reazioni allergiche a particolari indumenti, detergenti intimi o medicinali 
  • situazioni di stress psicologico che tendono a condizionare la salute dei genitali e a favorire la loro infiammazione

Diagnosi e prevenzione

La diagnosi avviene attraverso una visita ginecologica, mediante l’analisi della causa che ha provocato il prurito vulvare. 

Per mantenere in equilibrio la flora vaginale e allontanare il rischio di infezioni può essere utile:

  • detergere le zone intime utilizzando un sapone a pH fisiologico e asciugarsi con un panno morbido, prestando attenzione ai movimenti: dalla vagina al retto in modo da non assecondare il trasporto di batteri
  • scegliere carta igienica bianca e inodore, limitare l’utilizzo di deodoranti intimi e non eseguire lavande interne
  • durante il periodo mestruale cambiare spesso l’assorbente 
  • preferire biancheria intima bianca, in cotone ed escludere materiali sintetici
  • seguire una dieta ricca di frutta e di verdura e povera di dolci e zuccheri che favoriscono la proliferazione di funghi come la candidosi

Trattamento

Il trattamento per il prurito vaginale varia a seconda della causa scatenante, per questo motivo è importante rivolgersi a uno specialista e capire prima di tutto da cosa è dovuto.
Successivamente il medico stabilirà la terapia più efficace e, in base al problema, prescriverà farmaci:

  • antimicotici
  • antibiotici
  • cortisonici
  • antistaminici
  • sostanze emollienti