Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Esami e visite

Displasia corticale focale

La displasia corticale focale è una patologia presente fin alla nascita, nella quale i neuroni (cellule cerebrali) durante lo sviluppo del feto non si muovono nell'area del cervello a loro destinata, comportando un ritardo nella crescita del bambino e provocando attacchi di epilessia (la displasia risulta essere la causa più comune della patologia).

Cause

Ad oggi non si è in grado di dire con esattezza quali possano essere i fattori di rischio per lo sviluppo della malformazione nel feto durante la gravidanza; nella maggior parte dei casi la causa, risiede nel corredo genetico di un famigliare.
La differenza principale rintracciabile tra epilessia e displasia corticale focale sta nella causa: nel primo caso può essere attribuita ai danni provocati al cervello da incidenti, abuso di alcool o droghe;  nel caso della displasia, la patologia inizia già dallo sviluppo del bambino nel grembo materno.

Sintomi

I sintomi della displasia corticale più frequenti sono:

  • le crisi epilettiche, che possono insorgere in dalla nascita del bambino
  • anormale cefalea
  • riflessi lenti
  • goffaggine nei movimenti
  • disturbi psicologici (ritardo mentale e comportamenti anomali)
  • difficoltà nell'imparare a parlare.

 

Spesso i genitori si accorgono dell'esistenza di questa patologia in modo casuale e si rivolgono per questo al medico.

Diagnosi

È molto complicato arrivare ad una corretta diagnosi della displasia e può essere necessario effettuare test diversi, in funzione delle caratteristiche del paziente; in ogni caso è necessario effettuare un esame elettroencefalografico, la RMN ad alta sensibilità, la TAC, la PET, per individuare il posizionamento delle parti anomale, e la zona di provenienza delle convulsioni. È importante consultare anche un neurologo.

Trattamento

In base alla gravità della malformazione e alla salute del bambino, la displasia corticale focale viene curata con:

  • farmaci anti-sequestro, per alleviare i sintomi.
  • rimozione dell'area danneggiata del cervello, che comporta un'operazione molto pericolosa il cui esito non è facilmente prevedibile.

Cure che possono essere applicate a questa patologia