Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Esami e visite

Tumori spinali

I tumori spinali sono strettamente collegati alla colonna vertebrale, la quale sostiene il peso del corpo e custodisce il midollo spinale.


I tumori spinali si dividono in:

  • extradurali, i quali sono situati al di fuori della dura madre. Generalmente sono neoplasie metastatiche e si trovano spesso nelle vertebre.
  • intradurali extramidollari, i quale sono presenti nella dura madre e all'esterno del parenchima del midollo spinale. Generalmente sono neoplasie della guaina dei nervi o meningiomi.
  • intradurali intramidollari,  i quali si trovano all’interno del midollo spinale e si tratta si tumori di origine gliale o vascolare.

In base al tipo di tumore spinale individuato nel paziente avremo diversi sintomi e di conseguenza diversi trattamenti a cui essere sottoposti.

Cause

I tumori spinali nella maggior parte dei casi sono di origine metastatica. Nel sesso femminile il tumore di partenza è più frequentemente un tumore della mammella e del polmone, mentre negli uomini della prostata e del polmone.

Sintomi

I sintomi che possono sorgere variano in base al diverso tipo di tumore spinale e alla loro massa:

  • dolore al collo e alla schiena
  • debolezza e intorpidimento delle braccia o delle gambe
  • disturbi sfinterici
  • disturbi nella deambulazione

Il dolore può essere anche correlato ad una frattura vertebrale causata dalla presenza di un tumore generalmente metastatico; la frattura, in tale caso, viene definita patologica.
Nel caso in cui si manifestassero alcuni di questi sintomi è opportuno recarsi dal medico.

Diagnosi

Per la definizione della diagnosi si prevede l'esame neurologico e successivamente, nel sospetto, uno studio RM vertebrale, grazie al quale possiamo osservare il midollo spinale e i nervi associati ad esso. Lo studio viene generalmente completato con uno studio TC, maggiormente informativo per quanto riguarda la componente ossea.

Trattamento

Accertata la diagnosi di tumore spinale possono essere suggeriti i seguenti metodi di cura:

  • l'operazione chirurgica con lo scopo di rimuovere in maniera totale la massa tumorale e mantenere stabile la funzione neurologica. 
  • l’intervento chirurgico con lo scopo di decomprimere il midollo spinale senza intervenire sul tumore; in alcuni casi sarà richiesta anche la stabilizzazione del segmento vertebrale operato per prevenire un’instabilità del rachide;
  • radioterapia e/o chemioterapia post-operatoria che può servire per bonificare la zona trattata chirurgicamente oppure la sola radioterapia a scopo palliativo per ridurre il dolore. 
  • radio-chemioterapia per alcuni tipi di tumori senza ricorrere all’intervento chirurgico.

Cure che possono essere applicate a questa patologia