Cure Mediche

Safenectomia

L’intervento di safenectomia consiste nell’asportare la grande o la piccola safena mediante lo “stripping” (sfilamento) che si dimostrano incontinenti, ovvero che non sono più in grado di portare correttamente il sangue dal basso verso l’alto della gamba.
L’intervento tradizionale si effettua con un’incisione di 3-4 cm all’inguine, lungo la piega della coscia, ed una più piccola di 1cm alla caviglia, questo permette l’isolamento della vena ai due capi ed il suo incannulamento con una sonda che sfila via la vena (stripping). In genere nell’arto vi sono numerose vene incontinenti (varicose) che dipendono dai rami collaterali della safena e che vengono asportate con piccole incisioni (varicectomie) e sfilate dal chirurgo vascolare.
Al termine dell’intervento la gamba viene fasciata con una benda elastica e la fasciatura viene mantenuta per 10 giorni. In genere il trattamento è efficacie e definitivo. Se invece la safena viene trattata mediante tecniche alternative quali il laser o la radiofrequenza è possibile che alcuni sintomi permangano o ricompaiano a distanza.
 

 

Patologie che possono essere trattate con questa tecnica

Fondazione Poliambulanza Regione Lombardia Ministero della salute

Safenectomia


Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero | Brescia, via Bissolati, 57- Tel. +39 030-35151 P.iva 02663120984, N.REA BS468431

Tutte le informazioni contenute nel sito sono da ritenersi esclusivamente informative.

La Fondazione Poliambulanza - Istituto Ospedaliero non si assume la responsabilità per danni a terzi derivanti dall'uso improprio o illegale delle informazioni riportate o da errori relativi al loro contenuto.


Privacy | Cookie policy | Credits