Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Area Oncologica

Addome

Tumori dell'addome trattati con tecniche endoscopiche, radioterapiche e laparoscopiche di ultima generazione.

Continua a leggere

Seno (Breast Unit-Centro Senologico)

L'Unità multispecialistica dedicata alla prevenzione, alla diagnosi, al trattamento e alla riabilitazione di tutte le patologie della mammella.

Continua a leggere

Ovaio (Ovarian Cancer Unit)

Un servizio di Diagnostica d'eccellenza, test genetici all'avanguardia e trattamenti chirurgici mini-invasivi nell'Unità multidisciplinare specializzata nel tumore ovarico.

Continua a leggere

Addome

I medici di Poliambulanza, soprattutto per quanto riguarda la fase diagnostica e post operatoria delle patologie neoplastiche legate all'addome, scelgono, attraverso una metodologia strategica integrata, il percorso di cura più adatto ad ogni malato. L'obiettivo di un approccio che coinvolge più specialisti non è quello di individuare pazienti tipo a cui assegnare iter clinici standard, ma di comprendere le peculiarità di ogni malattia per determinare l'insieme di terapie più adatto ad ogni singola situazione.

 

La sfida maggiore per gli specialisti di Chirurgia Generale e di Oncologia è affrontare le patologie caratterizzate da un lungo decorso e da un'accentuata complessità; è proprio in questi casi che emerge l'eccellenza di Poliambulanza: saper capire quale cura scegliere per lo specifico paziente e in quale momento effettuarla. In Poliambulanza il percorso di cura diventa così una vera e propria strategia personalizzata che privilegia comunque approcci di tipo mini-invasivo come la laparoscopia.

Seno (Breast Unit-Centro Senologico)

La Breast Unit di Fondazione Poliambulanza è una struttura multispecialistica dedicata allo studio delle patologie della mammella (e del cancro al seno in particolare). Comprende gli aspetti diagnostici, terapeutici e riabilitativi.

Questa Unità opera secondo le linee guida internazionali, ispirandosi al modello operativo indicato da EUSOMA (European Society of Mastology), la società scientifica che ha come obiettivo il miglioramento della cura del cancro al seno nei paesi europei.

La Breast Unit vuole garantire un approccio completo, rapido e coordinato alle patologie legate al seno grazie alla collaborazione tra gli specialisti di diverse discipline. Nello stabilire il percorso clinico più adatto ad ogni singolo caso collaborano infatti: radiologo, chirurgo, anatomopatologo-citologo, oncologo medico e chirurgo plastico.

 

In un’ottica di presa in carico globale la Breast Unit pone attenzione anche agli aspetti emozionali e psicologici, che durante le diverse fasi del percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale possono portare alla luce molteplici bisogni. In Oncologia è presente un Servizio di Supporto Psicologico al quale le pazienti possono fare affidamento per avere un sostegno psicologico duraturo e continuativo durante tutte le fasi del percorso di cura.

 

 

 

Per tutti i pazienti in trattamento con chemioterapia è disponibile un libro di ricette studiato per loro, scaricabile cliccando qui

Ovaio (Ovarian Cancer Unit)

L'Ovarian Cancer Unit nasce dall'esigenza di strutturare un'unità multidisciplinare dedicata alla ricerca, alla diagnosi e alla cura del tumore ovarico. L'obiettivo è seguire il percorso diagnostico di ogni paziente a partire da una sospetta neoplasia fino al follow-up post trattamento.

 

Il carcinoma ovarico è la forma più frequente di cancro maligno alle ovaie e riguarda, nel 63% dei casi, donne in età compresa tra i 45 e i 75 anni. Può presentarsi in diverse forme: carcinoma epiteliale (90%), ha origine dalle cellule epiteliali che rivestono la superficie delle ovaie; carcinoma germinale (5%), si sviluppa a partire dalle cellule germinali che formano gli ovuli; carcinoma stromale (4%), origina dal tessuto che sostiene le ovaie (stroma gonadico).

Attualmente non esistono programmi di screening affidabili in grado di diagnosticare il tumore ovarico in fasi precoci della malattia.

 

Sono disponibili test di laboratorio in grado di verificare la presenza di mutazioni nei geni BRCA1/2, ma tali test sono raccomandati alle sole donne che presentano familiarità per questo tipo di tumore.