Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Esami e visite

Carcinoma della colecisti

Il carcinoma della colecisti, si sviluppa a partire dalla cistifellea e presenta una modalità di comportamento simile a quella del colangiocarcinoma intraepatico della colecisti.

Cause

La comparsa del carcinoma della colecisti è spesso associata alla presenza di alcune malattie come:

  • colecisti a porcellana
  • l'adenoma della colecistiti
  • le cisti del coledoco
  • l’anomalia della giunzione bioliopancreatica.

Sintomi

Come per i tumori primitivi del fegato, il carcinoma della colecisti manifesta dei sintomi solo nella fase avanzata.
Generalmente il paziente presenta:

  • dolore all'addome
  • nausea o vomito
  • ittero
  • perdita di peso
  • inappetenza
  • febbre
  • iprurito
  • ingrossamento localizzato alla cistifellea

Diagnosi

Il primo approccio per esaminare la presenza del carcinoma della colecisti viene effettuato dal medico che procederà con la valutazione della presenza dei sintomi, la palpazione della cistifellea e la verifica di eventuali casi di tumore alla colecisti presenti in famiglia.
Per effettuare un accertamento è necessario sottoporsi a degli esami del sangue specifici in cui vengono misurati i livelli dei marcatori tumorali.
Al fine di ottenere un quadro clinico completo, il paziente si deve ricorrere alla diagnostica per immagini  quali per esempio: ecografia addominale, TC, risonanza magnetica, PET.
In alcuni casi è richiesta anche una biopsia.

Trattamento

Il trattamento di scelta è l’intervento chirurgico, quando possibile, che è può essere più o meno esteso (fegato, vie biliari) a seconda dello stadio, ed eventualmente una trattamento chemioterapico successivo. Nel caso di tumori non operabili esistono multiple scelte terapeutiche.  Il carcinoma della colecisti è il trattamento chirurgico, che viene effettuato per giungere all'asportazione completa del tumore.

Cure che possono essere applicate a questa patologia