Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono

Esami e visite

Appendicite

L'appendicite consiste nell'infiammazione di un diverticolo dell'intestino crasso chiamato appendice.
Attualmente la funzione di questa piccola protuberanza non è stata accertata, ma si è consapevoli del fatto che sia possibile vivere anche in sua assenza.
Questa patologia infiammatoria si sviluppa principalmente tra i 10 e 30 di vita.
In seguito ad una diagnosi è necessario intervenire tempestivamente per evitare la perforazione dell'appendice e il rilascio di materiale infetto nella cavità addominale.

Cause

Le cause dell’appendicite sono correlate all'ostruzione dell'appendice dovuta al ristagno di materiale non digerito o fecale. La probabilità di contrarre questa malattia aumenta in risposta ad un'infezione come mononucleosi, morbillo. Morbo di Crohn o gastroenteriti.
Qualora il processo infiammatorio si sviluppi in maniera consistente, il paziente può essere soggetto a complicanze come la peritonite che, nel caso in cui non venga trattata in maniera tempestiva, può essere letale.
 

Sintomi

Il sintomo di appendicite più comunemente riscontrato è un dolore localizzato intorno all'ombelico, che tende a diramarsi verso la zona inferiore destra dell'addome.
A questo fenomeno possono associarsi le seguenti manifestazioni:

  • nausea o vomito
  • febbre
  • gonfiori a livello addominale
  • diarrea
  • difficoltà ad espellere gas e feci

Diagnosi

La diagnosi di appendicite si basa principalmente sull'analisi dei sintomi del paziente associate alla palpazione della zona dolorante.
Può essere richiesto eseguire degli esami del sangue e/o degli esami radiologigci (ecografia, tac…).

Trattamento

Il trattamento standard per l’appendicite  in fase acuta è l'intervento chirurgico con asportazione dell'appendice (appendicectomia) che nella maggior parte dei casi viene eseguito per via laparoscopica . Se eseguito tempestivamente non comporta complicanze rilevanti.
 

Cure che possono essere applicate a questa patologia