Menu
Fondazione Poliambulanza Brescia telefono
Cure Mediche

Chirurgia dello stomaco

Lo stomaco è un organo dell’apparato digerente che si trova tra esofago ed intestino tenue. Al suo interno si raccolgono gli alimenti e avviene il processo di digestione di proteine e carboidrati.
In caso di tumore dello stomaco il trattamento principale previsto è la resezione chirurgica, chiamata anche gastrectomia.
A seconda della porzione di stomaco su cui è necessario intervenire possono essere effettuati diversi tipi di gastrectomia:
gastrectomia totale: prevede l’asportazione per intero dello stomaco e richiede la creazione di un passaggio tra esofago e piccolo intestino per il cibo ingerito.
Gastrectomia parziale: prevede l’asportazione della parte inferiore dello stomaco ed è seguita dal collegamento tra la parte superiore dello stomaco e l’intestino tenue.
Esofagogastrectomia polare superiore: prevede l’asportazione della parte superiore dello stomaco e di una sezione di esofago. Anche in questo caso segue la congiunzione tra parte rimanente dello stomaco e parte rimanente dell’esofago.


Chirurgia dello stomaco mini-invasiva: laparoscopia
La tecnica chirurgica impiegata per la resezione dello stomaco in caso di tumore avanzato è quella tradizionale a cielo aperto. In queste circostanze è spesso necessaria l’asportazione combinata di altri organi come pancreas, milza e fegato.
I tumori agli stadi meno avanzati possono invece essere trattati in laparoscopia, una tecnica mini-invasiva grazie alla quale lo stomaco viene raggiunto dagli strumenti operatori tramite piccole incisioni. 
La laparoscopia consente di ottenere i risultati della tradizionale chirurgia a cielo aperto, ma permette anche di aver numerosi vantaggi per il paziente come la riduzione del rischio operatorio e dei tempi di ripresa dopo l’intervento.
Gli specialisti del Dipartimento di Chirurgia Generale di Fondazione Poliambulanza diretto dal dr. Edoardo Rosso possono usufruire dell’innovativa tecnologia 3D e 4K Ultra HD. Si tratta della migliore tecnologia oggi disponibile e consente al chirurgo di vedere i dettagli in modo estremamente preciso anche durante un intervento di chirurgia mini-invasiva: rispetto a qualsiasi altra tecnologia Full HD, la risoluzione spaziale è 4 volte superiore e questo garantisce al paziente un notevole aumento di sicurezza.

Patologie che possono essere trattate con questa tecnica