Cure Mediche

Trattamento endovascolare

Il trattamento endovascolare, svolto di solito dal neuroradiologo interventista, consiste nel chiudere una malformazione vascolare (aneurisma, MAV, fistola A-V) senza necessità di una craniotomia.
Il trattamento endovascolare consiste nell’introdurre a livello dell’inguine, nell’arteria femorale, un piccolo catetere che sotto controllo radiologico viene portato nelle arterie cerebrali in prossimità della malformazione vascolare.
La malformazione viene chiusa (il sangue arterioso non può più entrare nella malformazioni) con metodiche diverse a seconda del tipo di malformazione.
Negli aneurismi è indicato l’uso delle coils (sottili gomitoli di fili metallici che riempiono la sacca aneurismatica) o degli stent (piccoli tubicini che ricostruiscono la parete normale dell’arteria). Nelle malformazioni e nelle fistole artero-venose si utlizzano, invece, speciali colle che chiudono i vasi patologici.
La procedura viene svolta generalmente in anestesia generale.

Patologie che possono essere trattate con questa tecnica

Fondazione Poliambulanza Regione Lombardia Ministero della salute

Trattamento endovascolare


Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero | Brescia, via Bissolati, 57- Tel. +39 030-35151 P.iva 02663120984, N.REA BS468431

Tutte le informazioni contenute nel sito sono da ritenersi esclusivamente informative.

La Fondazione Poliambulanza - Istituto Ospedaliero non si assume la responsabilità per danni a terzi derivanti dall'uso improprio o illegale delle informazioni riportate o da errori relativi al loro contenuto.


Privacy | Cookie policy | Credits