Patologie

Ernie del disco

L'ernia del disco può essere distinta in base alla sede topografica, oppure in base alla fuoriuscita del nucleo:

  • Ernia contenuta, quando la sporgenza del disco è in una piccola zona del canale vertebrale e l'anello non è del tutto rotto.
  • Ernia protrusa, quando si ha lo spostamento, non totale, del nucleo che spezza le fibre dell'anulus e il legamento posteriore. Il nucleo rimane comunque legato al centro del disco.
  • Ernia espulsa o migrata, quando l'anello è rotto e si ha una fuoriuscita di materiale discale nel canale vertebrale.

Sintomi

Questa patologia può essere anche sintomatica, nella maggior parte dei casi i sintomi che possono sorgere in caso di ernia del disco cervicale sono:

  • dolore cervicale (fase iniziale irritativa)
  • dolore alle braccia
  • dolori precordiali e scapolari
  • disturbi di sensibilità, motilità, trofismo e riflessi agli arti superiori e inferiori
  • disturbi sessuali
  • disturbi sfinterici

 

In caso di ernia del disco dorsale sono:

  • dolore dorsale
  • dolore intercostale
  • disturbi di sensibilità, motilità e riflessi agli arti inferiori
  • disturbi sessuali
  • disturbi sfinterici


In caso di ernia del disco lombare sono:

  • dolore lombare acuto associato a sciatalgia
  • deficit neurologici, come la perdita di forza e sensibilità
  • disturbi di sensibilità, motilità, trofismo e riflessi agli arti superiori e inferiori
  • disturbi sessuali
  • disturbi sfinterici

 

In caso si manifestassero alcuni di questi sintomi è opportuno recarsi dal medico.

Diagnosi

Per la definizione della diagnosi si prevede la TC o la RM  per valutare le condizioni in cui si trovano i dischi intervertebrali e le strutture nervose (midollo e radici nervose). Inoltre si effettua l'elettromiografia che serve per determinare le condizioni delle radici nervose e dei nervi periferici. 

Trattamento

Accertata la diagnosi di ernia del disco possono essere suggeriti i seguenti metodi di cura:

  • riposo
  • terapia fisica (massaggi e ultrasuoni)
  • controllo del peso
  • fisioterapia
  • farmaci (antidolorifici, antinfiammatori e cortisonici)
  • operazione chirurgica (microchirurgia) , nel caso in cui sia necessario riportare alla giusta posizione il disco e per correggere altre anomalie

Il trattamento può variare in base alle condizioni di salute del paziente e alla gravità del problema; inoltre è importante ricordare che l'ernia del disco può guarire, ma tende ad essere recidiva anche dopo un'operazione chirurgica.

Cure che possono essere applicate a questa patologia

Fondazione Poliambulanza Regione Lombardia Ministero della salute

Ernia del disco espulsa, protrusa, contenuta | Ernia del disco cure


Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero | Brescia, via Bissolati, 57- Tel. +39 030-35151 P.iva 02663120984, N.REA BS468431

Tutte le informazioni contenute nel sito sono da ritenersi esclusivamente informative.

La Fondazione Poliambulanza - Istituto Ospedaliero non si assume la responsabilità per danni a terzi derivanti dall'uso improprio o illegale delle informazioni riportate o da errori relativi al loro contenuto.


Privacy | Cookie policy | Credits